Il libro sarà disponibile in autunno e si potrà acquistare nel nostro sito

Questo secondo numero della rivista Frattagli vuole essere un omaggio a due scrittori “maudits” per eccellenza - Egar Allan Poe e Charles Baudelaire - alle loro “affinità elettive”, cioè alla proprietà che due elementi (in questo caso non chimici, ma umani) hanno nel comporsi per somiglianza ed attrazione, che Goethe immortalò nel celebre romanzo che ha ispirato anche il nostro titolo.

Non a caso Gesualdo Bufalino definisce il rapporto fra i due come “un caso di vampirismo intellettuale”.

È a questo “doppio letterario” che si ispira questo nostro secondo lavoro, che ha avuto una anteprima di successo nel febbraio 2017 (a Pievesestina di Cesena, all’interno dell’evento “C’era una volta il libro”) con una mostra intitolata 1841, Paris, Rue Morgue: il giallo si fa strada”, ove sono state esposte diverse edizioni rare e curiose dei tre racconti che hanno dato vita al poliziesco, accompagnate da una serie di illustrazioni e con la “ricostruzione” del tavolo sul quale Poe lavorava.

Nella rivista,accanto ad una accurata bibliografia delle opere di Poe tradotte da Baudelaire, tratte dalla collezione di Antonio Vianovi ed ai preziosi contributi di Umberto Cecchi e Gianni Brunoro, troverete anche  le più significative illustrazioni che hanno accompagnato le edizioni più prestigiose e curiose, nello spirito di questa rivista che, coi “Frattagli” (frattaglie/ritagli) vuole celebrare momenti singolari e spesso poco conosciuti della letteratura.

Copertina secondo numero rivista Frattagli